Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Cliccando su OK si acconsente all'uso dei cookie e si può procedere con la navigazione. OK Leggi di più

Il sito utilizza solo hyphen (trattini corti) e apostrofi tipografici (diritti)

Savoldi-Agazzi

Archivio

Famiglia Savoldi

Nella prima parte (p. 19-46) l'autore ripercorre le vicende dell'antica, intraprendente e benemerita famiglia Savoldi, i cui membri si dedicarono soprattutto all'azienda di foraggi, legnami e laterizi protrattasi per generazioni, ditta che con le sue cave e fornaci, sparse in vari punti delle valli Seriana e Brembana, diede notevole impulso allo sviluppo di quel territorio poco florido. Attingendo alle carte dell'archivio familiare, Agazzi traccia i profili - già a partire dal Settecento - di vari personaggi di spicco, tutti molto legati alle proprie origini e coinvolti in ottimi rapporti con le autorità cittadine grazie a diverse cariche. Tra questi - in particolare - Renato, che in qualità di geometra partecipò a varie associazioni professionali, a enti locali, fu pubblicista per alcune testate e nominato anche nel Comitato per la redazione di una storia di Nembro. L'attività editoriale di Antonio occupa, invece, la seconda parte del volume (p. 49-74), [...] La sua "Industria cartotecnica grafica in generi editoriali" si trasformò nel 1922 in "Società Anonima Antonio Savoldi - Stabilimento Cartotecnico Editoriale", con sede a Bergamo, configurandosi come un grande e solido laboratorio il cui pacchetto azionario, oltre alla quota di maggioranza nelle mani del fondatore, era distribuito fra parenti, notabili e amici. [...] Nel 1925, inoltre, "La casa editrice A. Savoldi di Bergamo aveva con giovanile baldanza concepito il piano di una nuova enciclopedia italiana e si era all'uopo assicurata una vasta e bene scelta collaborazione. Le difficoltà gravissime del momento hanno suggerito [...] di attendere tempi più facili per l'attuazione del suo progetto". Con queste parole - che aprono il volume - Angelo Fortunato Formiggini annunciò ne "L'Italia che scrive" l'importante iniziativa destinata però a restare una brillante idea sulla carta; come peraltro era già successo a lui all'inizio del Ventennio durante il governo Mussolini, quando la sua programmata Grande Enciclopedia Italica non aveva potuto avviarsi per l'ostilità dell'allora ministro dell'istruzione Gentile, il quale darà poi il via libera a Treccani. Da Loretta De Franceschi, Bibliothecae.it 8 (2019), 2, 446-450, Alma Mater Studiorum Bologna su Dario Agazzi, La Grande Enciclopedia Italiana: dalla Società Savoldi a Treccani. Una vicenda editoriale e famigliare

Canaletta

Renato Savoldi - Panorama storico di Nembro

Renato Agazzi - Inventario libri naturalistici - prefazione di Dario Agazzi - eBook a cura di Rosa De Simone (anteprima)

Dario Agazzi - Archivio FilmTv - 2017-2023 - eBook